La risalita del Torrente Pavone

La risalita nel letto del torrente Pavone, dalla sua confluenza con il Cecina fino ad arrivare alla vecchia miniera di rame. Nella valle tra Montecastelli Pisano e la Rocca Sillana. Una valle difficilmente accessibile, con un elevato valore naturalistico e scarsa presenza umana, situata all’interno della Riserva Naturale Foresta del Berignone (Continua a leggere)

Berignone, Masso delle Fanciulle e Masso dello Specchio

Escursione nella Riserva Naturale del Berignone che, dall’area attrezzata di Capannone, porta fino al fiume Cecina, al Masso delle Fanciulle e al Masso dello Specchio, i punti più belli del fiume. Percorso interamente nel bosco, con un bel punto panoramico sulla vallata del Cecina sotto Monteguidi e Radicondoli. Può essere fatto anche in piena estate, approfittando per un bagno nel fiume (Continua a leggere)

I Canaloni del torrente Farma

Un’escursione ai margini della Riserva Naturale del Farma, verso i Canaloni, uno dei luoghi più belli del torrente. In mezzo a tomboli e cascate di acqua tra le rocce più antiche della Toscana. Si passa accanto a una Ferriera medioevale, con la diga sul torrente per convogliare l’acqua che azionava il mantice. Siamo in mezzo a una vegetazione rigogliosa e varia, dove vivono numerose specie animali anche rare (Continua a a leggere).

Le Gole del Verdon e la fioritura della lavanda

Il Grand Canyon d’Europa e la fioritura di lavanda più bella della Provenza. Due mete che si possono accoppiare e visitare nello stesso periodo, quello della fioritura naturalmente. Le Gole, con due itinerari possibili, uno interno e uno esterno che permettono la visione da due prospettive diverse. Belle ma non spettacolari. La fioritura, invece, spettacolare, a perdita d’occhio, in particolare sul Plateau di Valensole, il paradiso delle api (Continua a leggere)