Trekking

 

Crete Senesi: i punti più belli e panoramici - Ci sono dei punti nelle crete senesi che offrono dei panorami a 360° che nelle giornate più limpide vanno dall' Appennino alle Colline Metallifere al Monte Amiata, e che per la maggior parte delle persone sono sconosciuti anche se a poca distanza dalle strade più transitate. In questo articolo un poco alla volta inserirò le indicazioni per raggiungerli e accanto a ogni sezione alcune foto scattate da essi....
[Leggi Tutto]
Parco Naturale Regionale del Velino Sirente – Ho partecipato a questo trekking di tre giorni organizzato dal CAI di Siena nel parco, con la visita alle Gole di Celano, la grande traversata del Gruppo del Velino da Pian di Pezza alla vetta di m 2486 (18 km circa con 1450 m di dislivello salita/discesa, temporale con fulmini e grandine compreso) e infine attraverso i prati del Sirente (m 2348) con i Grifoni in volo sopra di noi. Di questo trekking pubblico solo le foto. ...
[Leggi Tutto]
Trekking urbano: Venezia – Ci vorrebbe un mese per visitarla tutta e vederla in tutte le varianti possibili: con il sole, la pioggia, la nebbia e magari con l'acqua alta... La nostra visita è durata 4 giorni viaggio compreso, e siamo riusciti a vedere tanto ma soprattutto a godercela nel periodo meno affollato dell'anno, i primi di Marzo, quando puoi camminare nei vicoli liberi dalla grande folla di turisti. E soprattutto quando i prezzi degli alberghi sono molto ragionevoli... ...
[Leggi Tutto]
Sulle Cornate di Gerfalco con le ciaspole - Un facile trekking invernale in ambiente innevato che dal piccolo paese di Gerfalco (774 m) ci porta in vetta a Le Cornate, la cima più alta (1060 m) delle Colline Metallifere all'interno della Riserva Naturale Cornate Fosini. 8 km A/R con 300 metri di dislivello S/D che diventano circa 12/400 se si vuol fare la deviazione su Poggio Mutti per vedere il bel panorama sulla valle del Pavone e sul castello di Fosini....
[Leggi Tutto]
Il mare d'inverno: da Punta Ala a Follonica – Quando la spiaggia è solitudine e si cammina accompagnati solo dal rumore del mare, con la sabbia resa liscia dalle mareggiate invernali aggirando i tronchi contorti trasportati a riva dalle onde. Quando il verso dei gabbiani stride nel silenzio e sembra un urlo disperato. E quando un'impronta impressa sulla sabbia ti ricorda che non sei solo. Solo in inverno riesco veramente a godermi il mare, la sua bellezza, la sua vastità e anche la sua cattiveria. Quando non c'è nessuno o solo pochi intimi, o forse pochi bischeri visto che tutti ci vanno in estate......
[Leggi Tutto]
Selvaggio Blu, la costa orientale della Sardegna - Uno dei trekking più belli del Mediterraneo e certamente il più difficile, che si può fare solo con l'aiuto delle corde e dell'attrezzatura da arrampicata. Ma i punti più belli del trekking si possono raggiungere anche partendo a piedi dall'interno con minori difficoltà, ed è possibile percorrere anche qualche tratto del sentiero. Vi spiegherò come....
[Leggi Tutto]
Trekking urbano: Livorno – Una giornata nella “piccola Venezia” passeggiando sul lungomare da Terrazza Mascagni fino al porto, e poi in centro lungo i Fossi Medicei seguendo il Fosso Reale fino al bellissimo Mercato Centrale coperto. E poi la Fortezza Vecchia, la Darsena Vecchia, la Fortezza Nuova, i caratteristici negozi, il Mercatino Americano, e magari assaggiando anche il cacciucco alla livornese e la “cecina” la torta di ceci che a Livorno si chiama “5 e 5”, 5 soldi per il pane e 5 soldi per la cecina. Merita anche il cappuccino alla rovescia: si mette prima il latte e sopra il caffè, sembra di vedere una birra......
[Leggi Tutto]
La risalita del torrente Pavone – Camminando nel letto del torrente dalla sua confluenza con il Cecina fino ad arrivare alla vecchia Miniera di Rame sotto Montecastelli Pisano. Una valle difficilmente accessibile, con un elevato valore naturalistico e scarsa presenza umana, situata all'interno della Riserva Naturale Foresta del Berignone. Concludendo con una bella visita alla vecchia miniera, e poi al caratteristico paese di Montecastelli. ...
[Leggi Tutto]
Il Parco del Mont Avic - Trekking di tre giorni in un angolo della Val d'Aosta poco accessibile e quindi poco frequentato protetto dal Parco Regionale Naturale del Mont Avic che copre la valle del torrente Chalamy, nel territorio di Champdepraz; un paesaggio naturale che alterna una bellezza selvaggia, aspra e rude a luoghi incantevoli. Ho usato come base il rifugio Barbustel (2200 m) situato in una posizione fantastica in mezzo a quattro laghi (Vallette, Bianco, Nero e Cornuto) con sullo sfondo il Mont Avic, il Cervino e il Gruppo del Rosa. ...
[Leggi Tutto]
Primo Indietro