Crete Senesi: la Strada delle Biancane

Indietro

 

Siamo al confine delle Crete Senesi ma è come essere nel cuore. Grandi spazi che in ogni stagione mutano di colore: verdi di grano in primavera che poi diventano color oro in estate, grigio striato dalle bruciature delle stoppie in autunno che poi diventa un grigio scuro uniforme in inverno quando la natura è ferma. La strada delle Biancane parte da Leonina e arriva fino al podere Fiorentine. Si chiama cosi perchè attraversa i cosiddetti “mammelloni”, piccole colline rotondeggianti di creta che in estate sotto il sole diventano di un colore bianco abbagliante. Sul lato nord si possono vedere anche i calanchi, fenomeni erosivi tipici dei terreni argillosi. E' uno dei punti più caratteristici di tutto il territorio delle crete e da qui la sera si può assistere al bellissimo tramonto su Siena. Dal colle di Leonina la vista spazia a 360°: il Monte Amiata, le Colline Metallifere con il Poggio di Montieri e le Cornate di Gerfalco, la Montagnola Senese con il Montemaggio, il Pratomagno e le colline del Chianti. Anche il vecchio Castello di Leonina merita una visita: Curtis Regia prima dell'anno mille poi castello oggetto di attacco e devastazione nel 1234 da parte delle truppe orvietane in guerra con Siena. Successivamente fu trasformato in villa fortificata dai marchesi Chigi di Siena, con annessa chiesa parrocchiale (S. Bartolommeo a Leonina). E' stato fattoria fino a pochi anni fa e oggi è un moderno residence.
Itinerario – Sia venendo da nord che da sud si arriva con la superstrada Siena-Bettolle uscendo a Taverne d'Arbia e imboccando la vecchia Lauretana direzione Asciano. Usciti dal centro abitato dopo circa 3 km, poco oltre il ponte sulla Biena, si trova il bivio a sinistra per Leonina. Entrati nella sterrata si parcheggia l'auto subito nello spiazzo sulla destra e ci si incammina per la strada bianca che porta a Leonina. Dopo pochi metri si imbocca la campestre sulla sinistra chiusa da una sbarra e si prosegue verso il podere Fiorentine. Prima di arrivarci si curva sulla destra e si sale sul crinale dove inizia la Strada delle Biancane. La percorriamo fra i caratteristici “mammelloni” e se procediamo in silenzio è facile incontrare la fauna del posto: volpi, caprioli, fagiani, lepri, bianconi, cicogne (durante la migrazione), e nei vicini laghi germani, gallinelle e a maggio/giugno l'albanella minore che risale dal continente africano. Non dimenticate il panorama, sia a destra che a sinistra. Arrivati in fondo alla strada (ancora una sbarra) si fa una breve deviazione a sinistra per salire sul Poggio delle Casacce dove il panorama spazia a 360°: qui si trova anche il Site Transitoire, un monumento o meglio una bruttura di cui pochi riescono a capire il meccanismo di funzionamento (e comunque non funziona perchè la creta è instabile) , che a mio avviso deturpa questo luogo cosi bello. Lo chiamo monumento (non scultura) perchè i monumenti si fanno ai morti e questo infatti ha decretato la morte del posto... Si torna indietro e si prosegue verso le case di Leonina, si attraversano fermandosi al castello e alla vecchia chiesa: già dal secolo XIII vi era in Leonina una cappella del capitolo del Duomo di Siena, riedificata ed eretta in chiesa parrocchiale verso il 1600, oggi sconsacrata e abitata ma che conserva ancora le forme esterne originali. Seguendo la strada principale si scende al punto di partenza. L'itinerario è facile, richiede circa 2 ore senza le soste e il dislivello è minimo (100 m s/d). Sconsiglio assolutamente di farlo in caso di pioggia o dopo piovuto se non volete lasciare le scarpe nella creta...
Informazioni utili – Il sito del Comune di Asciano e il sito ufficiale delle Crete Senesi.
Cartografia - Crete Senesi 1 (Val d'Arbia, Asciano, Buonconvento, Monteroni d'Arbia, Rapolano Terme, S.Giovanni d'Asso, Trequanda), 1/25000 Edizioni Multigraphic.

Su Google Maps puoi vedere tutto il percorso su mappa satellitare cliccando qui.

Altri itinerari nelle Crete Senesi presenti in questo sito: I punti più belli - Da Monte Oliveto a S.Giovanni d'AssoL'anello dei vecchi poderiDa Torre a Castello a AscianoAnello di Monteaperti - Intorno a Vescona - Crete di Corsano.

Leonina con dietro il Monte Amiata
Il crinale del nostro percorso
I mammelloni con Siena nello sfondo
Lungo la Strada delle Biancane
Verso la fine della strada
Uno dei tanti laghi intorno a Leonina
Site Transitoire
Il bel tramonto dal Poggio delle Casacce
Il Site Transitoire
Castello di Leonina
L'interno del castello
Il viale di cipressi principale
La strada oltre Poggio delle Casacce
Una biancana
La strada a primavera
Una insolita veduta invernale