Quale la macchina fotografica per lo zaino in viaggio

Indietro

 

Chi viaggia con lo zaino in spalla sa benissimo che il peso e lo spazio sono un grosso limite per l'attrezzatura fotografica. Quale può essere allora la fotocamera più adatta per le nostre esigenze? In questo articolo uso come riferimento le macchine Canon perchè sono quelle che uso e conosco al meglio, ma ogni marca ha il modello di categoria corrispondente, spesso anche a prezzo migliore.

Partiamo dalla qualità delle foto che vogliamo ottenere:
se vogliamo foto di ottima qualità dobbiamo puntare sulle reflex, perchè solo esse possono offrire immagini nitide, dettagliate e con un'elevata gamma dinamica. Ma pesano, e gli obiettivi ancora di più. Per chi non vuole proprio rinunciarvi bisogna scegliere macchine di fascia medio/bassa, tipo EOS 800D. Ci sono anche più economiche come la EOS 1300D, ma hanno lo stesso peso e ingombro delle precedenti e offrono molto di meno. A mio avviso molto adatta da portare nello zaino è la EOS 200D, una delle più piccole reflex sul mercato; corredata di un obiettivo tuttofare tipo 18/200 è il minimo che si può portare con noi. Se poi vogliamo proprio il massimo di resa la mia scelta è la EOS 6D, Full Frame, piccola, ma con prestazioni semi-professionali, abbinata a un 24-105 f/4, uno dei migliori tuttofare in commercio. Ma se proprio volete risparmiare in peso e soldi, fatelo sul corpo macchina non sugli obiettivi. Per quanto riguarda questi ultimi un “tuttofare” tipo 18-200 con macro è il più adatto per lo zaino. Anche se non sono il massimo in termini di qualità si adattano alla maggior parte delle situazioni. Oltre ai soliti Canon e Nikon ci sono anche Sigma e Tamron che hanno un buon rapporto qualità/prezzo, e in alcuni casi sono anche superiori in termini di qualità alle due grandi case. Per i grandangoli vi consiglio i Samyang, ottimo prezzo e qualità elevata. Io possiedo un 8 mm e ne sono soddisfattissimo. Ricordatevi comunque che la scelta dell'obiettivo deve essere fatta in base al genere di foto che si vuole fare.

Se non interessano foto di ottima qualità e vogliamo con noi un corredo completo in poco spazio ci vuole una
“Bridge”, cioè un tipo di macchina che è a metà fra le compatte e le reflex, anche come peso e prezzo. Praticamente hanno tutto: controllo manuale o completamente automatico, file Jpeg e Raw, zoom che va dal grandangolo al tele (si arriva al 28-1000, ma ricordate comunque che oltre il 200 la qualità dell'immagine decade sempre di più), macro a zero centimetri a volte migliore di quella delle reflex, flash abbastanza potente e soprattutto molte usano pile stilo ricaricabili che in caso di emergenza possono essere sostituite da normali batterie alkaline. Insomma, come già detto un corredo fotografico completo nello zaino. Fra le bridge svetta la Sony RX10, in tre versioni. Per il nostro uso vi consiglio la prima versione, che io ho acquistato circa un anno fa e ne sono soddisfattissimo tanto da usarla più della reflex. Un piccolo mostro, leggete bene le caratteristiche tecniche. Unico neo, per me, le tonalità dei colori di Sony, più fredde rispetto a Canon.  Anche Canon ha nella serie GX ottime macchine che sembrano fatte apposta per chi viaggia.

E poi rimangono
le compatte, per chi vuole portare con se il minor peso possibile. Un settore che lentamente scompare sostituito dai cellulari, basta leggere questo articolo. La qualità non è il massimo, al di sotto dei 150/200 € offrono poco più dei cellulari, anche in termini di risultati finali. Nel settore la scelta è vasta ma stà diminuendo perchè le case stanno abbandonando molti modelli: per dimensioni, per peso, per obiettivo, per risoluzione ecc. ecc. ma se volete scegliere bene acquistate quella con il sensore più grande in pollici non in pixel. Tanti pixel servono solo ad aumentare il rumore elettronico e di conseguenza a peggiorare la qualità dell'immagine.

Passiamo poi alle piccole compatte con ottiche intercambiabili, le cosiddette
Mirrorless, un prodotto che dopo un notevole successo iniziale si stà stabilizzando. Non hanno specchio e quindi montano sensori più grandi per immagini migliori, e gli obiettivi sono più piccoli e leggeri di quelli delle reflex. Promettono molto e, leggendo le prove sulle riviste specializzate, hanno una qualità di immagine che si avvicina sempre più alle reflex. Anzi, la nuova Sony a6500 sta già superando quelle di fascia medio/bassa, e la A7r II stà diventando l'oggetto del desiderio di molti appassionati, me compreso. Nikon è presente in questo segmento con le Nikon 1 e Canon la serie M. Entrambe non hanno riscosso il successo atteso, ma stanno migliorando. Difetti delle mirrorless? Mancanza del mirino ottico su quasi tutte e molte sono poco maneggevoli perchè il corpo pesa meno dell'obiettivo.

A
chi invece non è condizionato dal peso da portare per l'acquisto della fotocamera, segnalo questa "Guida alla scelta" su DPhoto.
C'è poi chi fotografa con il cellulare (sempre di più): negli ultimi modelli vengono montate fotocamere sempre migliori, ma di questo ne parlo in un'altra pagina.