Rocca Sillana e la Miniera del Pavone

Indietro

 

Escursione organizzata da F.Parigi e C.Cantagalli del CAI di Siena, che ringrazio.

Si lasciano le auto al parcheggio visitatori della Rocca Sillana, e si sale verso l'imponente mole della Rocca, a quota 530 m. Era un punto strategico importantissimo che permetteva il controllo della val di Cecina e delle valli collegate, fino alle Colline Metallifere. Costruita intorno al XII secolo, appartenuta ai vescovi, e in seguito al comune di Volterra, sarebbe stata poi ampliata su progetto di Giuliano da Sangallo nel XV secolo, quando Pomarance passò sotto il controllo di Firenze che l'aveva sottratta a Pisa. Dalla sua sommità il panorama è grandioso, ma noi non lo abbiamo visto causa la nebbia...
Con il sentiero 8, in gran parte nel bosco, si scende verso il torrente Pavone che dobbiamo guadare. E proprio davanti a noi, sulla sponda opposta, c'è la vecchia miniera di rame, attiva fino alla fine del 1800. All'esterno si possono vedere i ruderi dei vecchi magazzini e degli uffici, che nascondono l'ingresso della galleria principale (Galleria Isabella), ancora visitabile (info MinieradelPavone). Da qui, sempre con il sentiero 8, si sale a Montecastelli Pisano, passando per il bel punto panoramico della Cetina. Il paese merita una visita, alla Pieve dei Santi Jacopo e Filippo in particolare, alle caratteristiche strette vie, e al bel panorama dalla porta meridionale.
Da Montecastelli si scende con la strada asfaltata (sentiero 8 bis), direzione Pomarance/San Dalmazio. Dopo circa 1500 m, il percorso su strada devia a destra e diventa sentiero che, in rapida discesa, ci porta a un nuovo guado sul Pavone. Dopo il guado si inizia a salire su sentiero accidentato in prossimità della linea elettrica, fino ad arrivare nuovamente alla strada asfaltata che porta a San Dalmazio. La imbocchiamo fino a una deviazione sulla destra per vedere i ruderi della Pieve di San Giovanni Battista. Si ritorna quindi alla strada asfaltata e si segue fino al parcheggio della Rocca, dove abbiamo iniziato il nostro percorso.

Informazioni utili - Itinerario di media difficoltà, circa 12 km con 700 m di dislivello in salita e discesa, con tratti di sentiero accidentato, da non percorrere dopo forti piogge causa i due guadi. Fare attenzione alla segnaletica, a volte carente, o meglio seguite la traccia satellitare scaricabile qui in basso, insieme alla carta della zona. Su Google Maps è possibile vedere tutto il percorso su mappa satellitare.

Altri itinerari in zona presenti in questo sito: l'alta valle del Pavone, la risalita del Pavone, le Cornate di Gerfalco.

Siamo in una zona di centrali geotermiche
Pomarance sulla destra
Salita verso la Rocca
La valle del Pavone vista dal sentiero che scende dalla Rocca
Quello che rimane dei magazzini della miniera
La Galleria Isabella, ingresso della miniera
Interno della galleria Isabella
La piccola cappella votiva
Il pozzo principale visto dal basso
Scritte nei muri risalenti al 1800
Il piccolo refettorio dove c'era sempre un fuoco acceso
L'asse che sorreggeva le pale che grazie all'acqua davano il movimento a tutta la miniera
Un tratto di galleria
La valle del Pavone verso le Colline Metallifere
Punto panoramico privilegiato
La Cetina con dietro la Rocca Sillana
Pieve dei Santi Jacopo e Filippo a Montecastelli
Rocca Sillana con la valle del Pavone sulla destra
La ripida salita del ritorno
I ruderi della Pieve di San Giovanni Battista
Interno della Rocca
Il locale del Signore del castello
Veduta del cortile interno dai bastioni
La valle del Pavone con sopra Montecastelli Pisano
Panorama verso il Chianti e l'Appennino
Panorama verso il mare