Scala delle difficoltà per escursioni con le ciaspole

Indietro

 

(Articolo tratto da Meridiani Montagne Collezione 12/2015, Scialpinismo e Ciaspole in Dolomiti).

In Italia non esiste ancora una scala ufficiale per classificare la difficoltà degli itinerari con le racchette da neve. Il Cai si è limitato ad affiancare alla classica scala di difficoltà escursionistica (T, E, EE, EEA) la sigla EAI, che indica “escursionismo in ambiente innevato”. Tale classificazione, però, è piuttosto vaga. Quando poi si parla di percorsi in quota o particolarmente impegnativi, spesso si fa ricorso alla scala di difficoltà relativa allo scialpinismo (MS, MSA, BS...), adottata in toto e con degli aggiustamenti.
Attualmente, l'unica scala di difficoltà precisa e esaustiva, pensata e realizzata appositamente per gli escursionisti invernali, è quella ideata nel 2005 dal Club alpino svizzero. A fronte della fortissima crescita in territorio elvetico dell'uso delle racchette da neve - che coinvolge escursionisti, ma anche alpinisti e sciatori con la tavola – il Cas ha elaborato una “Scala delle difficoltà escursionistiche con racchette da neve” che unisce le difficoltà tecniche dell'escursionismo e dell'alpinismo facile con i pericoli legati alla neve. Particolarmente dettagliata e precisa, ci sembra un ottimo strumento di valutazione – ed è per questo che Meridiani Montagne ha deciso di adottarla in questo numero speciale dedicato alla neve – che consente di pianificare un'escursione invernale, affrontando con molto buon senso anche il discorso legato all'uso di Artva, pala e sonda.

 GRADO  TERRENO PERICOLI
 REQUISITI
WT1 Escursione facile con racchette
<25° Nell'insieme piatto o poco pendente. Non ci sono pendii ripidi nelle immediate vicinanze.
Nessun pericolo di valanghe. Nessun pericolo di scivolamenti o cadute esposte.
Conoscenze di valanghe non necessarie.
WT2 Escursione con racchette
<25° Nell'insieme piatto o poco pendente. Pendii ripidi nelle immediate vicinanze.
Pericolo di valanghe. Nessun pericolo di scivolamenti o cadute esposte.
Conoscenze di base nella valutazione del pericolo di valanghe.
WT3 Escursione impegnativa con racchette.
<30° Nell'insieme poco o moderatamente pendente. Brevi passaggi ripidi.
Pericolo di valanghe. Pericolo di scivolamenti corti non escluso.
Conoscenze di base nella valutazione del pericolo di valanghe.
WT4 Itinerario alpino con racchette.
<30° Moderatamente pendente. Brevi passaggi ripidi e/o traversate di versanti, parzialmente cosparsi di roccette. Ghiacciaio povero di crepacci.
Pericolo di valanghe. Pericolo di scivolamenti con rischio di ferimento. Pericolo di cadute esposte non escluso.
Buone conoscenze nella valutazione del pericolo di valanghe. Conoscenze di base nell'ambiente alpino. Buona tecnica di progressione.
WT5 Itinerario alpino impegnativo con racchette.
<35° Ripido. Brevi passaggi ripidi e/o traversate di versanti e/o passaggi rocciosi. Ghiacciaio.
Pericolo di valanghe. Pericolo di cadute esposte. Pericolo di cadute in crepacci. Pericoli alpini.
Buone conoscenze nella valutazione del pericolo di valanghe. Buone conoscenze dell'ambiente alpino. Sicurezza nella progressione.
WT6 Itinerario alpino difficile con racchette.
>35° Molto ripido. Passaggi molto impegnativi e/o traversate di versanti e/o passaggi rocciosi. Ghiacciaio ricco di crepacci.
Pericolo di valanghe. Pericolo di cadute esposte. Pericolo di cadute in crepacci. Pericoli alpini.
Buone conoscenze nella valutazione del pericolo di valanghe. Ottime conoscenze dell'ambiente alpino. Sicurezza nella progressione su roccia, nevai e ghiacciai.


  
Ciaspolando
Su crinale
Verso l'infinito
Nella nebbia