Pratomagno: da Vallombrosa sul Monte Secchieta con le ciaspole

Indietro

 

Itinerario di media difficoltà, lungo circa 11 km con 700 m di dislivello in salita/discesa, che permette di salire rapidamente il dislivello che separa l'Abbazia di Vallombrosa (958 m) dal Monte Secchieta (1452 m). Si parte direttamente dall'Abbazia dal parcheggio del laghetto, seguendo il sentiero CAI 9 che all'inizio coincide con la "Scala Santa", antico itinerario di pellegrinaggio. Il sentiero sale ripido attraverso le abetine e poi nella faggeta, fino a sbucare nei pressi del Rifugio Giuntini (1418 m). Si devia verso destra sulla strada panoramica (sentiero 00) e la si percorre fino ad arrivare alle grandi pale eoliche. Il percorso può essere allungato su questa strada in base al tempo disponibile. Per il ritorno si usa invece il sentiero CAI 12 (imbocco prima del rifugio a sinistra), che porta anche a Saltino. Si passa accanto alla casa di Macinaia (1313 m) attraversando la suggestiva faggeta ad alto fusto, per poi deviare verso destra (indicazione Vallombrosa) e entrare nel bosco di conifere.
Informazioni utili – Il sito dell'Abbazia di Vallombrosa con tutte le informazioni utili per la visita.
Cartografia - “Massiccio del Pratomagno” 1:25000, Edizioni Multigraphic.
Su Google Maps è possibile vedere tutto il percorso su mappa satellitare, e qui in basso si può scaricare la traccia Gps.

In questo sito è presente un'altro itinerario sul Pratomagno che percorre tutto il suo crinale.

Dal Rifugio Giuntini
I ripetitori militari
Grandi montagne???
Panorama sull'alto Casentino
La valle dell'Arno sotto le nuvole
Sotto di noi
Lungo la strada panoramica
La calda luce del sole
Le grandi pale eoliche
Panorama sul basso Casentino
Il Pratomagno con la croce a sinistra
Nella faggeta
Faggeta 1
Bianco che più bianco non si può
Faggeta 2
Scherzi del vento
Immersi nel bianco
Il ruscello nero
La luce rossa del tramonto
Tramonto da Vallombrosa